Avete saltato la partita di calcetto questa settimana o non siete potute passare dal parrucchiere?
Vi chiedete come fa il vostro amico a fare sempre tutto e trovare anche il tempo per andare a pesca, dipingere quadri e comprare il regalo alla mamma?
Noi tutti abbiamo delle cose da fare, ma possiamo gestire il nostro tempo e riuscire a fare anche le cose che ci piacciono.
Come direbbe Kennedy, “dobbiamo usare il tempo come uno strumento, non come una poltrona”, o per dirla in maniera cinematografica : “Ogni minuto che passa è un’occasione per rivoluzionare tutto completamente.”
Gestirle il tempo non significa evitare problemi o imprevisti, ma, soprattutto se le azioni devono essere ripetute, avere un elenco delle cose da fare permette di evitare di partire ogni volta da zero, e di trovare le abitudini giuste che occorrono a risparmiare tempo da dedicare ad altro.
Nel 2014 avete almeno due valide opzioni per gestire il tempo dal vostro smartphone: Symphonical e Todoist. Entrambi gli strumenti vi consentono di coordinare, non solo le vostre attività, ma anche quelle in cui è implicato qualcun altro.

Symphonical

Non avete più spazio sul cellulare? Scegliete Symphonical, il sito è responsive e potrete consultare i vostri task dal vostro smartphone senza scaricare nulla. Symphonical è connesso all’universo Google, potete quindi visualizzarlo anche mentre siete in un Hangout. È colorato e ha scelto i post-it in modo da rendere allegri i vostri doveri.

Todoist

Todoist ha un app compatibile con Web, iOS, Android, Google Chrome, Mac, Outlook e molti altri. Invia costanti notifiche che tengono conto anche dei compiti inevasi. Ha una grafica lineare ed è facile da usare, ma la versione free manca di molti elementi rispetto alla premium. Il tempo però è denaro quindi se volete comprarla, ben venga.

Mi raccomando, non aggiungete troppi task, ricordate che “Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi il tempo libero” e lo ha detto Aristotele, mica uno qualsiasi.