maglia pin itUdite, udite! Pinterest occupa il 7,30% dei risultati di motori di ricerca. Questo motiva sufficientemente l’approccio al visual social di qualsiasi e-commerce che si occupa di vendere abiti e, di sicuro, basta ad un SEO a caccia di traffico, ma vi sono altri punti a favore.

Pinterest è, per natura,  il migliore alleato per  i prodotti visual, ovvero quei prodotti che deve essere mostrati per essere apprezzati. Oltre ad essere una fonte di traffico utile per la SEO, può essere impiegato per creare digital community e fare brand awarness.

Naturalmente il social è molto più diffuso negli USA dove nascono siti che ne implementano le funzioni o vi si “appoggiano” per fare business come sellpin.com. In America si da vita ad idee geniali come chichengine , un app che permette di cercare i seller dei vestiti dei pin semplicemente fotografandoli con il tuo i-phone.

Ormai siamo consapevoli che in Italia il nuovo arriva qualche tempo dopo ed è probabile che la cosa si ripeta anche in questo caso. Per scommettere su Pinterest è importante sapere che nel Bel Paese le persone pinnano maggiormente cibo,  design e, pensate un po’,  fashion.

Per capire come funziona potete dare un occhio ad Etsy e Modcloth che sono già “on board”.

Cos’è Pinterest?

Pinterest è un Visual Social e differisce dagli altri social network perché offre all’utente un approccio programmatico per parlare di sè: le pinboard rappresentano sogni, desideri e programmi futuri dell’utente oltre ai suoi interessi .

Attualmente Pinterest non fornisce sistemi per la vendita diretta ma è in preparazione uno strumento paragonabile alle ADS di Facebook chiamato Promoted Pin. Promoted Pin è in fase di testing in collaborazione con un numero ristretto di aziende, tra le quali figura Nestlé.

Come vendere vestiti su Pinterest

Se vi ho convinto a fare un tentativo con Pinterest ecco come farlo:

  • Crea un account business su Pinterest
  • Punta sui prodotti più belli da vedere: il prodotto deve essere unico ed avere un prezzo competitivo
  • Vendi uno stile non un prodotto: crea delle look board mettendo insieme vestiti e accessori che possano trasmettere uno stile di vita più che una marca.
  • Inserisci dei cataloghi Gift
  • Ottimizza Pinterest per i motori di ricerca inserendo delle descrizioni SEO friendly
  • Collegalo a Facebook e Twitter: inserisci i bottoni nella pinboard e mantieni una coerenza branding cross-social.
  • Assicurati che la piattaforma di atterraggio (il tuo sito o landing page) sia responsive: il 70% degli utenti di Pinterest si collega da mobile
  • Misura e Monitora con Analytics

 

Fonti: jenfonspeaks.com, youmark.it